Cosa fare quando si scopre un tradimento: i consigli degli esperti

Quando si ha il forte sospetto che il partner ti stia tradendo, ci sono alcuni utili consigli che puoi mettere subito in pratica, come non fare domande e affrontare il compagno fedifrago, non dirlo a parenti e amici e non mettere in atto maldestri pedinamenti, ma affidare le indagini a un professionista in questo campo.

Far finta di niente

Si sa che è difficile, ma se hai il sospettò che lui ti tradisca, non devi fare niente. È un grave errore affrontarlo e fare domande in continuazione, come se fosse un terzo grado. Se lo fai e lo riempi di domande in merito ai suoi spostamenti e comportamenti, lui si mette sulla difensiva e no risolvi nulla.

L’unica cosa che puoi fare è comportamenti come al solito e segnare su un taccuino segreto quali sono le volte in cui lui esce senza motivo o tarda tardi. Potrai poi incorniciare i dati raccolti con quelli del detective privato e scoprire se effettivamente ha un’amante o meno.

Non dirlo a nessuno

Un altro valido consiglio che devi attutare nel caso di sospetto tradimento, è non dirlo a nessuno. L’istinto è quello di dirlo agli amici più cari e anche ai parenti più stretti. È però una pessima idea sotto diversi punti di vista.

Dirlo in giro significa spargere la voce; infatti, anche se ti fidi ciecamente delle persone con cui ti confessi, questa è una notizia troppo succosa e il pettegolezzo è praticamente automatico.

Non pedinare

Non mettere in atto maldestri pedinamenti perché ti faresti scoprire. Lo stesso possono fare gli amici e aprenti che, arrabbiati, si mettono a pedinare il compagno traditore. Non è una buona idea perché non sei e sono professionisti. Il rischio di esser scoperti è molto alto, anche perché hanno tutti volti conosciuti.

Meglio affidare questi compiti a un investigatore privato che sa come seguire una persona senza farsi notare.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.grupposarosinvestigazioni.it