Due tipi di amianto: riconoscerli per fare più attenzione

È di fondamentale importanza saperne di più sull’amianto poiché si tratta di un rifugio pericoloso e potenzialmente cancerogeno. Purtroppo, non è raro ritrovare ancora oggi prodotti che contengono le fibre di amianto. Per questo motivo, è meglio capire bene di che prodotto si tratta e fare una precisa distinzione tra le due tipologie di amianto: quello fibroso e quello compatto.

Amianto compatto

Si parla di amianto compatto quando le fibre di amianto sono contenute in una matrice. Le fibre quindi non sono volatili ma contenute, nel cemento per esempio o altri prodotti simili.

È la tipologia più comune e frequente che si ritrova. Sono esempi di amianto compatto i panelli in eternit dalla particolare forma a onda che si usavano per le coperture. Altro esempio è l’amianto cemento che si usava moltissimo nel capo edile. È facile trovare questo tipo di amianto nelle parti degli edifici realizzati prima che l’amianto fosse vietato, quindi prima degli anni 90. Ci sono intere aree di edifici precedenti al 90 che contengono parti in amianto. La soluzione, in questo specifico caso, è confinare la parti pericolose e coprirle con altri prodotti che blocchino un eventuale dispersione.

Amianto fibroso

Si parla invece di amianto fibroso quando le fibre di amianto sono libere, quindi non contenute da nessun parte. È la tipologia più pericolosa di tutte perché le fibre si liberano in aria e sono facilmente respirabili, causando problemi a livello respiratorio soprattutto.

È meno comune perché si trovava soprattutto negli impianti produttivi per la sua successiva lavorazione. Gli operai, le loro famiglie e chi abitava vicino a questi impianti sono spesso malati di cancro ai polmoni e patologie simili provocate dall’inalazione delle fibre libere di amianto. Se si dovesse ritrovare amianto fibroso, meglio indossare una mascherina protettiva, allontanarsi subito e chiamare immediatamente gli esperti per il suo corretto smaltimento e conferimento presso i centri abilitati.

Per avere subito ulteriori dettagli e informazioni, fai click sul portale www.smaltimentoamianto-eternit.com