Tipi di saldatura, ecco l’elenco

Non esiste un modo solo per effettuare una saldatura. In questo articolo ti spiego quali sono i vari modi per realizzarla. Alla base comunque la tecnica offre un risultato preciso. Con la saldatura infatti vai a saldare, cioè unire per mezzo di fusione, due materiali uguali o diversi tra di loro. Alcune volte per saldare materiali diversi occorre fondersi usando un materiale di supporto, quindi una terza parte.

Quando fai una saldatura ti occorrono sempre due parti da saldare tra di loro. I materiali che si prestano a questo tipo di lavorazione sono di solito le leghe di nichel, le leghe di titanio, le leghe di alluminio e ovviamente l’acciaio. In base al tipo di saldatura che vai a utilizzare ti occorrono strumentazioni e competenze specifiche.

Vediamo adesso qui sotto le principali tipologie di saldature.

Saldatura a scarica di condensatori

La saldatura a scarica di condensatori permette di saldare dei prigionieri, boccole con filetto interno, perni, spilli etc. sulla lamina in acciaio, rame, alluminio e ottone. La fonte di energia utilizzata in questo tipo di saldatura è quella di una batteria di condensatori. Quando viene avviato il ciclo di saldatura ecco che l’energia che si è accumulata nei condensatori viene scaricata sulla lamiera grazie a un tip che si disintegra e genera quindi un arco voltaico, il quale porta alla fusione poi delle superfici.

Saldatura a resistenza

Quando vai a effettuare una saldatura di quelle a resistenza non è necessario che vi sia il metallo d’apporto. Il meccanismo viene messo in atto dal passaggio della corrente elettrica, la quale provoca calore nel punto esatto dove devi andare a unire i due materiali.

Saldatura ad arco elettrico

Quando vai a effettuare una saldatura ad arco elettrico, come puoi ben immaginare dal nome della tecnica, sfrutti l’arco elettrico. Ti occorre come materiale due elettrodi. C’è un elettrodo fusibile e un elettrodo refrattario.

Esistono anche vari modi per fare una saldatura ad arco elettrico. Puoi eseguire quella manuale con elettrodi rivestiti, così come quella a filo continuo, la quale invece avviene sotto la protezione gassosa. C’è anche la saldatura ad arco sommesso.

Saldatura a energia concentrata

La saldatura a energia concentrata sfrutta il fascio di energia che si concentra sul materiale da fondere a una potenza che può essere variabile ma resta pur sempre molto elevata. Può infatti toccare vari milioni di watt per ogni millimetro quadrato.