Sgombero cantina: tutto quello che serve e come sfruttarla meglio

Lo sgombero di una cantina è un’operazione che andrebbe fatta regolarmente per evitare che diventi un magazzino di cianfrusaglie inutili. Grazie a queste operazioni, diventa possibile sfruttare meglio lo spazio disponibile in cantina e trasformarla in altro modo, come spiegato di seguito.

Che cosa serve per sgomberare la cantina

Per organizzare gli sgomberi a Roma come dei veri pro, è necessario predisporre tutto il materiale che servirà. Solo grazie a un po’ di preparazione, si evita di perdere tempo e le operazioni sono veloci e senza intoppi o ritardi. Serviranno dei contenitori, preferibilmente di plastica con coperchio, per sistemare le poche cose da tenere. Tutto il resto dovrà esser correttamente smistato. Prima di andare alla discarica comunale è indispensabile predisporre bidoni per differenziare i rifiuti: carta, vetro, legno, metallo, plastica, organico e, solo alla fine, indifferenziato. È utile anche la scala e gli attrezzi per portare a termine questi lavori.

Come sfruttare al meglio gli spazi di servizio

Dopo gli sgomberi a Roma, la cantina può diventare qualsiasi cosa. Per esempio, alcuni la usano come lavanderia installando lavatrice e magari anche l’asciugatrice. In altri casi, al cantina diventa il punto perfetto per parcheggiare le biciclette e magari metterle anche a posto grazie a una seria di strumentazioni. Sistemando alcuni scaffali, un tavolo da lavoro e un pannello forato appendi tutti, la cantina diventa il luogo perfetto per il fai da te. Chi desidera dedicarsi alla saldatura, al restauro di mobili o ad altri progetti personali per la casa, può trovare il suo spazio, e anche rifugio, proprio in una cantina liberata e riordinata da cima a fondo. La cantina è lo spazio ideale per conservare i vini se ha un buon isolamento e non subisce danni per colpa della pioggia e del maltempo. I vini pregiati andrebbero sempre conservati in un luogo buoi e con una temperatura stabile invece che in casa dove possono subire delle variazioni. Alcuni addirittura dicavano una piccola tavernetta, a patto che ci siano delle finestre per la ventilazione.